202105.05
0

TRASFERITA DOCENTE PER ASSISTERE MADRE EX L.104/92

La sentenza è del 5 maggio 2021 ( leggi qui) !

Ancora una vittoria in materia di precedenza per assistenza al genitore disabile ex legge 104/1992 ed ancora una docente trasferita per assistere la madre disabile in situazione di gravita.
Il caso ha riguardato una docente assistita dallo studio dell’avvocato Vincenzo La Cava che ha ottenuto i maggiori successi a livello nazionale in materia di mobilità e di trasferimenti interprovinciali facendo disapplicare la clausola nulle di cui all’art 13 del CCNI laddove non riconosce il diritto di precedenza per tutti i parenti e/o affini sino al terzo grado del disabile.

il caso ha riguardato una  docente di scuola primaria, era stata assunta con contratto a tempo indeterminato ma in servizio in assegnazione provvisoria presso presso I.C. S. “D’ Acquisto” di Messina, che aveva presentato, domanda di trasferimento interprovinciale 2020/2021 , specificando di avere diritto di precedenza ai sensi dell’art. 33 ex L. n.104/1992, in quanto figlia e referente unico del genitore in documentata situazione di handicap grave e permanente allegando sia il verbale della commissione medica sia la istanza integrativa cartacea fornita dallo studio dell’avvocato La Cava.
La stessa lamentava di non aver ottenuto il trasferimento richiesto in quanto il sopra citato C.C.N.I. non prevedeva alcuna precedenza nei trasferimenti interprovinciali per l’assistenza dei genitori portatori di handicap con connotazione di gravità ma solo per i trasferimenti provinciali e per le assegnazioni provvisorie.
Chiedeva pertanto che venisse accertato il proprio diritto al trasferimento in una delle scuole e/o distretti ricadenti nei comuni di Messina, Lipari, Catania, Villa San Giovanni, Palermo, e/o nelle sedi ricadenti nelle provincie di Messina e Catania.
Con ordinanza del 24.8.2020 veniva accolta l’istanza cautelare presentata in corso di causa e veniva riconosciuto il diritto della ricorrente al trasferimento in una sede ricompresa nel comune di Messina.
In data odierna, celebrata l’udienza cartolare il giudice del lavoro dott.ssa Bellino ha accolto il ricorso evidenziando come debba  ritenersi illegittima la clausola che limita l’applicabilità del diritto di precedenza solo ad alcune tipologie di trasferimento con la conseguenza che va riconosciuta alla ricorrente la precedenza, risultando pacifico, oltre che comprovato dalla documentazione prodotta, che la predetta assiste in via esclusiva e con continuità il padre portatore di handicap grave. Va pertanto riconosciuto il diritto della ricorrente al trasferimento nel comune di Messina.
L’avvocato La Cava consiglia a tutti i docenti che non otterranno il trasferimento interprovinciale con la pubblicazione dei movimenti prevista per il 7 giugno 2021 di contattare immediatamente lo studio ai numeri 090 346288 090 6010007 inoltrando alla mail : vincenzo.lacava@avvocatovincenzolacava.it la seguente documentazione:
1.contratto immissione in ruolo;
2. ultimo cedolino;
3.domanda di mobilità
4 verbale o decreto di omologa
5. istanza integrativa cartacea
6. bollettino dei trasferimenti;
7. mail di omesso trasferimento:
8.certificato contestuale di residenza e di famiglia
per maggiori info seguici sul gruppo fb Mobilità scuola 2021/2022